lunedì 4 marzo 2019

Le Matite BLACKWING 602♡

Una grande passione di Bimbola è la cancelleria, da sempre!

Un giorno girando in Instagram si è imbattuta in una foto dove si intravedevano delle matite con un'estetica meravigliosa...e così grazie agli hashtag risale al nome di queste matite...erano le Blackwing 602.

La curiosona inizia a cercare nel web questo brand e viene a scoprire che non solo erano belle, ma avevano anche una storia...cosa c'è di più bello di un oggetto che porta con sé una storia?

John Steinbeck, la definì la matita fatta apposta per lui e dichiarò:

"Ho scoperto un nuovo tipo di matita, la migliore che io abbia mai avuto. Si chiamano Blackwing  e davvero planano sulla carta"

...era la Blackwing 602...la migliore matita mai prodotta!!!

Allo scrittore fu poi dedicato il modello 24...numero scelto non a caso in quanto Steinbeck aveva un rito, prima di cominciare a scrivere metteva davanti a se sul tavolo una scatola con 24 matite Blackwing perfettamente temperate, e appena una perdeva la punta la spostava in un'altra scatola e ne prendeva una nuova. Finite le 24, le temperava e ricominciava.
La "Vale dell'Eden" fu scritta così.

Fu usata da molti artisti e disegnatori...tra cui Chuck Jones creatore di Bugs Bunny,  Duke Ellington compositore e pianista jazz, Truman Capote autore di Colazione da Tiffany e da Eugenie O'Neill drammaturgo statunitense...solo per citarne alcuni.

La Blackwing è stata prodotta per la prima volta da Eberhard Faber Pensil Company dal 1934 al 1988, dopodiché la compagnia cambiò nome in Faber-Castell Pensil che la produsse fino al 1994 e infine dalla Sandford fino al 1994.

Dal 2012 mantenendo il suo stile unico un po' retrò, viene prodotta dal brand californiano Palomino che appartiene al gruppo Cedar Products Company e viene venduta in eleganti scatole da 12 pezzi anziché singolarmente come si era fatto negli anni precedenti.

Sul fusto della matita che si presenta grigio grafite, troviamo una scritta incisa in caratteri dorati che recita:
"Half the pressure. Twice the speed"
(Metà della pressione. Due volte più veloce)

Usandola ci si rende subito conto che è molto morbida, quasi come una 3B/4B...ma se usata bene può anche essere leggera e precisa come una HB...un tempo era usata per la stenografia che era un metodo per scrivere velocemente sotto dettatura composto da segni grafici un po' svolazzanti che corrispondevano a gruppi di lettere o addirittura a parole intere e proprio per questo motivo si aveva bisogno si una strumento da scrittura che scorresse bene e veloce sulla carta.

La matita è composta da un fusto di legno di cedro che non si sfalda al momento di essere temperato e da un'anima di grafite giapponese che è la migliore al mondo, la sua particolarità estetica è data dal design unico del portagomma appiattito e dalla gomma stessa che può essere sostituita e viene venduta anche in altri colori.



Bimbola naturlamente ha scelto il modello storico 602 in color grafite, la parte metallica color ottone/oro e la gommina rosa vintage come quelle di una volta.



Praticamente ora scrive e disegna solo con queste matite...e una volta che finiscono?
Niente paura le trovate in vendita sul web...il prezzo?...beh diciamo che dovete amare molto questo genere di cose perché per essere matite hanno un costo abbastanza elevato!

A presto M.